8789
Scopri il servizio di fatturazione elettronica alla PA di Fattura Facile
 

LA FATTURA PA ELETTRONICA

Fattura PA: l’obbligo del formato elettronico 

 

A seguito della Legge Finanziaria del 2008 e del Decreto Ministeriale del 3 aprile 2013, tutti i soggetti fornitori di servizi a Enti della Pubblica Amministrazione quali Ministeri, Agenzie Fiscali e Enti Nazionali e Amministrazioni Locali, devono obbligatoriamente inviare fatture in formato elettronico, avvalendosi del Sistema di Interscambio (SdI) per la trasmissione delle stesse.

Perché la fattura PA venga accettata dal SdI, è necessario che i fornitori PA si dotino degli strumenti necessari atti a garantire i requisiti richiesti dell’autenticità, integrità e leggibilità del documento previsti dalla legge.

Non è obbligatorio adottare un registro IVA separato fra fatture cartacee e fatture elettroniche, ma è obbligatorio mantenere una progressività nella numerazione dei documenti senza soluzioni di continuità, ovvero senza “buchi”. Nel caso si mantenga un unico sezionale bisognerà conservare a norma anche le fatture cartacee. 

Fattura Facile supporta i fornitori di fatture PA e garantisce tutti i servizi necessari affinché il processo di fatturazione avvenga nel rispetto delle regole previste dalla legge.

 

Fattura PA: requisiti del formato elettronico 

 

Il formato con cui la fattura PA deve essere prodotta, trasmessa, archiviata e conservata è in linguaggio XML, un formato digitale che permette di definire in modo univoco e controllare tutti gli elementi presenti in un documento. Grazie al formato XML è così possibile verificare la presenza e la correttezza delle informazioni, ai fini dei controlli previsti per legge.

In particolare, la fattura PA deve contenere il codice univoco dell’ufficio destinatario della Pubblica Amministrazione (CUU), la P.IVA, l’indirizzo, la data, il numero e tutti gli altri dati rilevanti ai fini fiscali.

Una volta compilata, deve essere firmata digitalmente in modo da garantire all’Ente Pubblico di riferimento l’origine del documento. Dopo che la fattura PA è stata firmata, viene quindi inviata al Sistema di Interscambio (SdI) che ne verifica la correttezza formale e la inoltra alla Pubblica Amministrazione. La fattura PA e le relative ricevute devono infine essere conservate a norma per 10 anni.

 
 

Fattura PA: a chi si rivolge

 

Qualsiasi soggetto che svolga prestazioni o attività per la Pubblica Amministrazione ha l’obbligo di emettere fattura elettronica se desidera essere pagato.

Vuoi approfondire? Visita le nostre pagine per scoprire come inviare la fattura PA e quali sono i vantaggi del servizio Fattura Facile.

 
8793

Fattura PA: il servizio di Fattura Facile

 

Fattura Facile offre un servizio completo di fatturazione elettronica, proponendo diverse modalità per il caricamento dei dati sul portale e per l’invio della fattura PA elettronica. Il nostro servizio include la conservazione digitale a norma delle fatture destinate alla Pubblica Amministrazione e delle relative ricevute di presa in carico e accettazione del Sistema di Interscambio che, in quanto documenti informatici a valore legale, devono essere  conservate insieme alla fattura PA.

Il servizio di fatturazione elettronica PA di Fattura Facile si rivolge a professionisti, aziende piccole o medio-grandi, associazioni e commercialisti. Fattura Facile offre a tutti questi soggetti la possibilità di compilare i dati e inviare la fattura PA autonomamente oppure lasciare che siano le risorse specializzate ed esperte di Fattura Facile a compilare e inviare al tuo posto le fatture