LinkedIn

Novità e spunti interessanti su Fatturazione elettronica e Innovazione digitale

Imposta di bollo, conservazione fatture e registri e Fattura PA per 18app

Fatture

Anche questo mese vi accompagniamo attraverso la dematerializzazione con spunti sui temi più rilevanti e novità dall’Agenzia delle Entrate e dal fronte Pubblica Amministrazione. Approfondiremo le modalità di assolvimento dell’imposta di bollo, i termini per la conservazione a norma di fatture e libri registri e la conservazione delle fatturePA per 18app.

 

Il pagamento dell’imposta di bollo

Anche se ormai non rappresenta più una novità, non ci sembra sbagliato ricordare le modalità di assolvimento dell’imposta di bollo sui documenti informatici fiscalmente rilevanti. Il tutto è regolamentato dall’art. 6 del DMEF del 17.06.2014 che ha stabilito che il versamento dell’imposta dovuta dovrà avvenire entro il 4° mese dalla chiusura dell’esercizio fiscale esclusivamente in modalità telematica, ovvero tramite versamento con F24. Per le aziende con regime fiscale coincidente con l’anno solare questo significa effettuare il pagamento entro il 30 di aprile, utilizzando il codice versamento 2501. È sottinteso che questa modalità si applica solo ai documenti informatici: fatture elettroniche (PA e non) e Libri gestiti secondo quanto previsto dall’art. 2215/bis del Codice Civile (documenti firmati e marcati temporalmente prima del versamento in conservazione).

 

Conservazione a norma fatture e registri: scade a maggio, anzi no.

Ricorderete che nella news di Marzo avevamo sollevato dubbi sulla legittimità dello spostamento dei termini di chiusura della conservazione dei documenti elettronici (fatture e registri IVA) in relazione all’anticipo dell’invio della dichiarazione IVA annuale 2016. Il dubbio nasceva dalla presenza di una precedente dichiarazione dell’Agenzia delle Entrate contenuta nella Circolare 5/E del 29.02.2012, nella quale l’Agenzia delle Entrate, rispondendo ad un quesito sui termini di invio dell’impronta, legava la scadenza alla sola dichiarazione dei redditi. Con la Risoluzione n. 46/E del 10.04.2017 è la stessa AdE ha confermare quanto avevamo evidenziato: i termini di conservazione si calcolano partendo dal termine ultimo utile per l’invio della Dichiarazione dei Redditi. Ovviamente il termine “standard” del 30.12.2017 sarà differente per le aziende con anno fiscale non coincidente.

 

Fattura PA per 18App: non si conserva

Chi ha compiuto 18 anni nel corso del 2016 ha potuto usufruire di un Buono Sconto messo a disposizione dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dalla Presidenza del Consiglio. Il Bonus consente di ottenere € 500,00 da spendere in attività culturali di vario tipo. Con questi buoni, prodotti digitalmente tramite una App dedicata, i ragazzi potranno presentarsi presso gli esercizi fisici e i negozi  on-line aderenti ed effettuare i propri acquisti. Sarà la stessa PA a saldare il debito nei confronti dell’esercente; esercente che, per poter ottenere il rimborso, ha come unico strumento l’emissione e l’invio di una Fattura PA. Verrebbe quindi logico supporre che questi documenti, prodotti come XML e inviati tramite SdI, siano da portare in conservazione digitale in quanto “fattura elettronica” a tutti gli effetti.

Consap Spa, Concessionaria per i Servizi Assicurativi per la PA, ha però chiarito che “Le fatture emesse nell’ambito dell’iniziativa “18app” non hanno alcuna rilevanza fiscale costituendo un mero rimborso dei Buoni Spesa.”Ne consegue che questi “documenti” non dovranno essere sottoposti a conservazione digitale; anzi, è consigliabile assegnare a questi “rimborsi” una numerazione dedicata, proprio per evitare di ostacolare i controlli di conservazione relativi al rispetto della sequenzialità numerica da applicarsi alle altre fatture attive.

Augurandoci di aver fatto chiarezza sui temi trattati vi diamo appuntamento alla prossima news e vi ricordiamo che i nostri esperti sono a disposizione per consulenze dedicate.

Per maggiori info scrivere a commerciale@indicom.it.

Per rimanere aggiornato leggi le altre NEWS.

1 comment on “Imposta di bollo, conservazione fatture e registri e Fattura PA per 18app

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *